Guida Osterie d'Italia 2010Tutta incentrata intorno alla famiglia Mari, questa eccellente realtà della cucina castellana è in continua evoluzione. Mentre mamma Iole in cucina, con l’ausilio di Franca, elabora portate generose e saporite utilizzando per lo più materia prime locali, papà Enzo e i figli Fabrizio e Federica si prendono cura dei clienti. Due luminose sale e qualche tavolo all’esterno, un arredo accogliente, la gentilezza e il servizio garbato rendono il ristorante davvero speciale.

L’antipasto è vario ed abbondante: fritti vegetali, salumi artigianali, frittate alle erbe,  trippa alla romana, formaggi freschi e ortaggi grigliati o infornati. Tra i primi piatti, a seconda della stagione, potrete trovare maltagliati con broccoli romaneschi e guanciale (o con zucchine, guanciale e grancacio di Morolo) fettuccine con fave guanciale e peecorino, gnocchi al sugo, bucatini all’amatriciana, tonnarelli cacio e pepe, fettuccine con regaje (fegatini) di pollo, minestra con cannellini e ramoracce, pasta e ceci. Da non perdere i tonnarelli alla gricia. Fra i secondi l’abbacchio a scottadito o alla cacciatora; poi baccalà, pollo con peperoni, coda alla vaccinara, involtini alla romana. I carciofi alla giudia, nel loro tempo, sono il contorno più importante, ma non mancano altri ortaggi e verdure. Si chiude con crème caramel, tiramisù, millefoglie, torta al cioccolato e crostate di frutta.

Affidatevi a Fabrizio per la scelta di un’adeguata bottiglia tra le oltre 150 che propone. Niente male il bianco e il rosso della casa.

Il locale è segnalato con:

Chiocciola che rappresenta un locale che ci piace in modo speciale, per l’ambiente, la cucina, l’accoglienza in sintonia con Slow Food

Bottiglia che rappresenta una proposta di vini ricca e qualificata